K.

Mi chiamo Jakob, lavoro in quest’ufficio.

Se siete qui è sicuramente perché cercate Karl Rossmann.

In confidenza, vi assicuro che il posto migliore per non trovarlo è il mio ufficio, poiché da anni mi occupo del caso senza successo.

Il sig. Rossmann è una persona ininfluente di cui si è parlato fin troppo, un esule fuggito per chissà quali storielle; ammetto di non capire perché ci si dia tanto da fare per un perdigiorno. Ad ogni modo, attraverso una serie di procedure, ho riordinato tutti i dati in mio possesso.

Indubbiamente esistono funzionari più informati di me circa questo caso insignificante, ma non credo possano ricevervi per qualcosa che è nominalmente scomparso da sempre.

Questo non vi dissuaderà dal forzare i limiti della mia pazienza, rivolgendovi ad altri uffici, ma procedure minuziose e ramificati regolamenti sono di grande efficacia per impedire le scorciatoie. Il fascicolo K. è stato interamente digitalizzato e reso consultabile attraverso una pulsantiera, in onore all’unica attività di cui sia stata fornita comprovata testimonianza, dall’Hotel Occidentale, il cui Direttore, Mr. Sidney Souers, ho qui occasione di ringraziare per avermi assicurato un suo maldestro periodo da ascensorista.

Spingendo i tasti, a caso o con cognizione, potrete trovare ciò che non sapete, anche se non è chiaro l’ordine con cui il programmatore abbia disposto fatti e circostanze.

Potete accedere a tutti i documenti, anche a quelli falsi. Solo alla fine del percorso potrete suonare il campanello per ottenere un documento che attesterà il vostro impegno per salvare la non storia dello



Progetto vincitore di RESIDENZE DIGITALI

a cura di Centro di Residenza della Toscana (Armunia